Cavalese e i suoi dintorni

La Val di Fiemme offre una straordinaria gamma di opportunità di sport e divertimento all’aria aperta e chiunque ami questo territorio conosce bene le sue attrazioni principali. Ma oltre ai panorami e alle passeggiate più conosciute, la valle offre anche piccoli tesori nascosti che non è facile scoprire senza l’aiuto di chi in Val di Fiemme abita da sempre.

Per aiutarvi a trovarli abbiamo raccolto in questa sezione cinque luoghi da scoprire a Cavalese e nei suoi dintorni.

Cascata

A metà strada tra Cavalese e Castello di Fiemme, lungo la strada che corre parallela al torrente Avisio, non si può fare a meno d’imbattersi in un cartello che riporta l’indicazione “alla cascata”. Svoltando a destra sul ponte che attraversa il torrente ci si trova immediatamente davanti allo spettacolo di questa cascata che si forma dal Rio di Val Moena per tuffarsi poi nel corso dell’Avisio.

Da qui partono numerosi itinerari per la bicicletta e passeggiate, in particolare quelli che conducono all’incantevole Val Moena. Una piccola valle alpina, incastonata nel cuore del Lagorai, ricca di boschi e torrenti.

Pista ciclabile delle Dolomiti di Fiemme e Fassa

Lunga quasi 50 chilometri, la pista ciclabile delle Dolomiti di Fiemme e Fassa corre da Molina di Fiemme fino a Canazei con un dislivello di soli 600 metri. Adatta a bambini e famiglie, ma anche ai ciclisti che desiderano approcciare con calma le tante salite dolomitiche della zona, questa pista ciclabile ti porta a contatto con splendidi scorci della Val di Fiemme, tra prati, ruscelli e masi di montagna.

Il lagorai

Sono diversi i punti panoramici che, dall’abitato di Cavalese, regalano scorci sulla splendida catena del Lagorai. Situato al confine tra la Val di Fiemme e la Valsugana, il Lagorai è un massiccio in cui storia e natura si fondono in un amalgama unico nel suo genere. Durante la Prima Guerra Mondiale, sul Lagorai correva il confine tra Austria e Italia e ancora oggi è possibile vedere i resti delle trincee e dei baraccamenti su numerose vette della zona. Suggestivo, ma molto impegnativo, è il sentiero europeo che corre lungo tutto il Lagorai, dal Passo Manghen fino a Passo Rolle. Per percorrerlo sono necessari grande preparazione e almeno tre giorni di cammino. Ma la bellezza e il fascino di questa zona ripaga certamente dello sforzo.

Alpe Cermis

È una delle vette che fanno parte della catena del Lagorai. Alta 2230 metri, la si raggiunge comodamente dal centro di Cavalese grazie alla comoda cabinovia. D’inverno è possibile sciare sulle tante piste che fanno parte del comprensorio Fiemme-Obereggen e del circuito Dolomiti Superski. D’estate, invece, da qui partono splendide passeggiate in un paesaggio punteggiato di boschi e laghetti alpini, nel quale è facile incontrare animali come aquile e marmotte.

Parco della pieve

Questa zona verdeggiante di Cavalese era al centro della vita sociale, economica e religiosa dell’intera Val di Fiemme. Qui sorogno il Santuario dei Sette Dolori della Beata Vergine Maria e la pieve di Santa Maria Assunta, due delle più belle chiese del paese. Al parco della pieve si trova la stazione della cabinovia che sale all’Alpe Cermis.